Home
Il Consiglio direttivo
Chi siamo
Contatti
Modulo iscrizioni 2018
Canale Acuilone
Contatti con il MIUR
Descriviamo i DSA
Dislessici famosi
Documenti
Foto Album
Foto incontro di Olevano del 13 dicembre 2014
Foto Tivoli 10/11/2012
Il Kit di Lulý - parte 1
Il Kit di Lulý - parte 2
I luoghi dell'Acuilone
I nostri articoli
Intervista a Radio3
Lettera alla Rai
Link
Normativa
Notizie e altri articoli
PDP e Rich. alle scuole
Sentenze TAR e varie
Servizio Ostia TV
Sezione di Frosinone
Sezione di Napoli
Tastiera per il greco
Troppi dislessici
Video consigliati
Finalmente è stata approvata la legge, ed ora si sente parlare molto di dislessia, se ne parla nelle scuole, se ne parla in televisione, si organizzano incontri formativi ed informativi. Bene anzi benissimo, come si dice, nel bene o nel male l'importante è che se ne parli!!!
Assistendo perciò in quest'ultimo periodo a questa grande movimentazione mi è venuta spontanea una riflessione, mi sembra che tutti facciano a gara ad organizzare la cosa più bella, con nomi altisonanti e con pubblicità, i Lions, il Rotary, le scuole, le associazioni grandi e più piccole, ma nessuno o almeno in pochi vanno al nocciolo della questione e cioè, vengono sempre spiegati quelli che sono i principi fondamentali, le cause e le conseguenze dei DSA, vengono date indicazioni, a volte esatte altre volte purtroppo molto meno esatte, su cosa e come fare, ma in realtà nessuno spinge alla riflessione ognuno per la propria competenza.

Cari insegnanti, nessun vuole fare una crociata contro di voi, nessuno vuole inficiare il vostro metodo di insegnamento e nessuno vuole venire a fare il vostro lavoro. Vogliamo e cerchiamo solo di dirvi quello che è meglio per i ragazzi e anche se a volte vi sembra strano, difficile e contrario a tutto quello che avete fatto fin ora, perché è così difficile per voi provare a mettere da parte il vostro orgoglio, provare a mettervi in discussione cercando, anche se con indiscutibile difficoltà di fare quello che vi viene chiesto???

Cari neuropsichiatri, perché quando fate le diagnosi non vi avvalete dei tecnici adeguati, stilando così una diagnosi completa su tutti i fronti, e perché quando parlate di DSA non cercate di riflettere sul fatto che in realtà la vostra è, quanto meno, una conoscenza teorica legata alla diagnosi, magari profonda ma non pratica. Chi vive le difficoltà sono i genitori, gli insegnanti e tutti coloro che ruotano tutti i giorni intorno al bambino, perché non vi rimettete al lavoro dei terapisti che sono loro che misurano i miglioramenti o no.

Cari terapisti, perché anche voi non vi informate meglio ed evitate di fare terapia come se fosse una catena di montaggio, perché non indirizzate nel migliore dei modi i genitori e gli insegnanti i quali brancolano nel buio.

Ed ora vengo a voi cari genitori, tutti possono fare qualcosa per i vostri figli, ma nessuno può farlo meglio di voi, invece di pretendere che gli specialisti che vi seguono, gli insegnanti e le istituzioni vi risolvano il problema (il problema è solo ed esclusivamente vostro quindi perché non vi informate?), perché non partecipate a tutte le iniziative dove si parla di DSA, perché non vi mettete vicino ai vostri figli quando usano il computer così imparate a conoscere i programmi che usano e a cosa servono, perché non vi domandate continuamente se la strada che state percorrendo è quella giusta??
Puntare il dito sugli altri per gli insuccessi dei vostri figli non so se vi solleva la coscienza, di sicuro vi fa nascondere la testa sotto la sabbia.

Tutto questo per dire che in realtà quello che vedo è che ognuno si mette sul proprio piedistallo e vuole dire e fare la sua, senza pensare che quello che dovrebbe stare sul piedistallo in realtà è il bambino o ragazzo.

Vi dico questo perché anche io brancolavo nel buio e percorrevo una strada non giusta per mio figlio, ma nella ricerca del giusto ho incontrato dei genitori che non sono stati a guardare e si sono mossi, una terapista che mette, in quello che fa, l'anima e il perno del suo lavoro sono i ragazzi e solo loro. Ed è per questo che ho deciso di seguirli in questo difficile compito di divulgare quello che abbiamo imparato (sui DSA) in questo periodo, solo per cercare di aiutare chi ancora non sa.

Ma la cosa brutta è che spesso i nostri sforzi sembrano inutili e proprio chi ha più bisogno di aiuto sembra ignori la mano che gli viene data. 
Ma è verissimo che poi quando riusciamo anche ad aiutare un solo genitore ne siamo felicissimi e siamo convinti sempre di più che quello di cui si ha bisogno è proprio questo!!!!!

 

Barbara Benedetti, mamma e segretaria de L'ACUILOИE - A.D.A.R.




Site Map